IL RUOLO DELL’ALIMENTAZIONE NELLA FERTILITÀ II parte


IL RUOLO DELL’ALIMENTAZIONE NELLA FERTILITÀ

II parte

Nel precedente articolo ci eravamo lasciati con delle informazioni generali riguardanti l’alimentazione e la fertilità. Oggi approfondiremo il ruolo della dieta sulla fertilità femminile. Molti studi hanno dimostrato come la perdita di peso e un buon livello di esercizio fisico favoriscano la ripresa dell’ovulazione, migliorando le possibilità di intraprendere una gravidanza. Abbiamo anticipato come un BMI di ≥30 kg/m2, oltre a rendere difficoltoso il concepimento, possa predisporre a diversi fattori di rischio, tra cui l’aborto spontaneo e il parto pre-termine. Un aumentato rischio di aborto spontaneo è stato segnalato anche in donne moderatamente obese (BMI 25 – 27,9 kg/m2) e con sindrome dell'ovaio policistico (PCOS). Tuttavia, un basso peso corporeo è riconosciuto come un'importante causa di amenorrea secondaria, ovvero assenza di tre cicli consecutivi dovuti a una alterazione degli squilibri ormonali lungo l'asse ipotalamo-ipofisi-ovaie. Molte donne con amenorrea secondaria hanno subito una perdita di peso di oltre il 15%-30% rispetto al peso ideale. Le donne che hanno un BMI inferiore a 18 kg/m2, con mestruazioni irregolari o senza mestruazioni, dovrebbero aumentare in maniera idonea il proprio peso corporeo, così da favorire un miglioramento delle probabilità di concepimento e una ripresa dell’ovulazione. È interessante porre l’attenzione sul ruolo degli estrogeni nel benessere femminile; gli studi ci confermano che vi è senza dubbio una stretta interconnessione tra il metabolismo energetico e la fertilità. Il controllo estrogenico sulla riproduzione è noto da tempo e ampiamente studiato, tuttavia, negli ultimi anni emerge il ruolo positivo degli estrogeni anche nel controllo del metabolismo. Infatti, si è scoperto un recettore responsabile della mediazione della maggior parte degli effetti estrogenici sulla omeostasi energetica (controllo metabolismo). In uno studio condotto sui topi, sterili, a cui è stato spento questo recettore, si è osservato un aumento di peso corporeo e un’assunzione di cibo più elevata rispetto al tipo controllo. Nel sistema nervoso centrale, in particolare nell’ipotalamo (regolatore centrale dell’omeostasi energetica), gli estrogeni si sono dimostrati capaci di far diminuire l’assunzione di cibo, aumentare la spesa energetica e promuovere la distribuzione del grasso ai depositi sottocutanei e non viscerali, questi ultimi più pericolosi perché responsabili della produzione di molecole infiammatorie. Le donne in età fertile hanno una maggior distribuzione di grasso sottocutaneo rispetto al grasso viscerale, questo effetto sembra dipendere dall’attività degli estrogeni; nelle donne in pre-menopausa e menopausa si nota una diminuzione della segnalazione estrogenica e quindi una diminuzione del metabolismo e della fertilità, inoltre, il grasso sottocutaneo diminuisce a favore del grasso viscerale addominale. Gli studi condotti hanno dimostrato che la segnalazione epatica del recettore alpha (ER α) regola l’espressione di molti geni i cui prodotti sono coinvolti nel metabolismo degli acidi grassi, del colesterolo e di alcuni amminoacidi responsabili di modulare il metabolismo energetico in base ai bisogni riproduttivi. Concludendo possiamo affermare che un corretto peso corporeo, un buon metabolismo energetico e un idoneo assetto ormonale, influiscano positivamente sulla fertilità.

Nel prossimo articolo ulteriori informazioni.

Bibliografia:

  • Contributions of the Nurses’ Health Studies to Reproductive Health Research.

  • Dietary fat intake and reproductive hormone concentrations and ovulation in regularly menstruating women.

  • Male infertility: lifestyle factors and holistic, complementary, and alternative therapies.

  • The Deep Correlation between Energy Metabolism and Reproduction: A View on the Effects of Nutrition for Women Fertility.

  • The Effect of Low Carbohydrate Diets on Fertility Hormones and Outcomes in Overweight and Obese Women: A Systematic Review.

#fertilitàealimentazione #alimentazionefemminile

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Non ci sono ancora tag.
Seguimi
  • Facebook Basic Square
  • Grey Instagram Icon

Contatti

Seguimi su Facebook

Seguimi su Instagram

Dott.ssa Serafina Cardaci

M: serafinacardaci@gmail.com

T: 3473750087

Studio in via Edilio Raggio 73

Via G.Mazzini 100

Novi  Ligure (AL)

15067-Italia

 

P.IVA 02528460062

P.IVA 02528460062